Scialocco

April 19, 2011

I tunnel della sopravvivenza

Filed under: Poetic Justice — Shylock @ 9:47 PM
Tags: , , ,

Tramite i tunnel passano tutti i beni necessari che hanno permesso la sopravvivenza della popolazione di Gaza strangolata da 4 anni dal criminale assedio israeliano. Dai tunnel riescono a entrare nella Striscia beni principali quali alimenti, cemento, bestiame

L’uomo è conosciuto negli ambienti salafiti come «Abdel Rahman il Giordano» e sarebbe entrato a Gaza dal Sinai, usando uno dei tunnel per il contrabbando.

Advertisements

6 Comments »

  1. Appunto, bestiame (giusto un paio di giorni fa una ong seria che pare si occupi realmente dei diritti umani, aveva chiesto: interrogateli, prima che vengano fatti fuori…)

    Comment by barbara — April 21, 2011 @ 3:05 AM | Reply

  2. Il punto è che fin quando israele imporrà l’embargo totale alla popolazione della striscia di gaza, la presenza dei tunnel sarà giustificata. Se si vuole evitare che nella striscia entrino armi, si impone l’embargo delle ARMI, e basta. Negare ad oltre un milione di persone i beni anche più elementari, sperando che rivolgano il proprio malcontento contro chi li governa, è robba da tribunale internazionale.

    Comment by giovanni — April 22, 2011 @ 9:32 PM | Reply

    • Che io sappia, ’embargo totale’ e’ una bufala: beni ne entrano, solo che sono soggetti a controlli e limitazioni.
      E comunque si chiama ‘guerra’ e questa non e’ neanche la forma piu’ violenta (rispetto a tirar razzi a cazzo, tipo).

      P.S. Puoi anche mettere un’email valida, tanto:
      -la vedo solo io;
      -non vendo creme per allungare il pisello.

      Comment by Shylock — April 22, 2011 @ 10:54 PM | Reply

  3. “Che io sappia, ‘embargo totale’ e’ una bufala”

    Sei male informato.

    Comment by giovanni — April 23, 2011 @ 6:07 PM | Reply

    • Sei male alfabetizzato: ‘totale’ significa che _nulla_ entra.

      Comment by Shylock — April 23, 2011 @ 7:07 PM | Reply

  4. Beh, in effetti a parte quel centinaio-centinaio e mezzo di camion israeliani al giorno con cibo medicine carburante eccetera e quel po’ di centinaia di gazani all’anno che vanno a curarsi negli ospedali israeliani perché le centinaia di milioni di dollari che ricevono ogni anno vanno tutti in armi ed esplosivi e addestramento di terroristi per cui di soldi per costruire ospedali non gliene avanzano, a parte questo, dicevo, non passa praticamente quasi nient’altro, quindi non è che ci sia andato molto lontano l’amico Giovanni.

    Comment by barbara — April 25, 2011 @ 2:48 AM | Reply


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Blog at WordPress.com.

%d bloggers like this: